, , ,

All’alba della manifestazione del 9 dicembre 2013: sarà rivoluzione o ennesima lezione?

Ebbene in questi giorni c’è fermento sul web, specie sui social network, per questa ennesima manifestazione indetta nel nome del popolo italiano da alcuni gruppi di azione tra i quali il  famoso “Movimento dei Forconi”.
In brevissimo, la manifestazione si propone di “bloccare l’Italia” e viene chiesto alla classe politica di abbandonare la nave.
Il primo punto che mi fa drizzare le orecchie e riflettere è che anche qui qualcuno abusa della parola POPOLO e organizza manifestazioni in nome del POPOLO, ma di fatto non ha mai chiesto AL POPOLO se il POPOLO volesse o meno fare questa manifestazione a prescindere dalla bontà delle proposte e degli intenti.

1237718_633094666722020_2113299866_n

Carte possibilmente risolutive…


Insomma dico che troppo troppo spesso POCHI INDIVIDUI parlano in nome del popolo tutto con troppa libertà, quindi in nome anche mio che faccio si parte del popolo, ma mai darò a nessuno il consenso di parlare in mio nome.

Andiamo per ordine.
Sul sito ufficiale aperto per l’evenienza e cioè http://www.9dicembre2013.it/ si legge il breve manifesto che recita:
“Andiamo oltre i partiti e le divisioni ideologiche, l’Italia è degli Italiani che la vogliono libera e sovrana, fuori dalla dittatura finanziaria che ha già cancellato i valori fondanti dell’Europa dei popoli. L’economia deve essere basata sul lavoro e sulla produzione, non sulle logiche speculative e sulla finanza virtuale in mano ai banchieri. Il debito pubblico va azzerato con misure straordinarie di ordine politico, nell’interesse superiore del popolo sovrano, la generazione presente e quelle future non possono essere condannate alla povertà a causa di interessi privati, del signoraggio e delle corruttele. Chiudiamo per sempre la stagione dell’odio sociale, rinnoviamo profondamente la politica. Gli uomini e le donne nelle pubbliche Istituzioni siano al servizio al Popolo.  L’Italia è degli ITALIANI, non degli apparati dei partiti e delle caste.”

Questo lo sappiamo e lo ripetiamo ormai più o meno tutti ed è diventato quasi un mantra che a ben vedere è ormai enunciato anche da tutte le forze politiche, che però omettono chirurgicamente e SEMPRE la questione monetaria del signoraggio e degli altri beceri meccanismi che creano il famoso debito pubblico: per me un numero senza senso che ha il solo scopo di mantenere la credenza dell’impossibilità di uscire dalla crisi in poco tempo e con le proprie forze, con azioni concertate non violente.
Si invoca sempre più spesso e da molti lati un aiuto divino che risolva i NOSTRI problemi poichè siamo troppo pigri per fare quello che non ci va di fare in prima persona: principalmente smettere di credere che il sistema vigente fatto di istituzioni, obblighi e direttive sia l’unico che possa funzionare!

Certamente sono nobilissimi propositi quelli enunciati in questo manifesto, tuttavia mi domando come sia possibile perseguire questi bellissimi intenti creando blocchi che provocheranno disagi.
Non solo, ma esporranno i partecipanti ad eventuali rischi.
Sappiamo benissimo ormai che con la forza non si è mai ottenuto nulla, soprattutto quando la “forza fisica” vera, leggi forze dell’ordine, risponde ciecamente ad ordini impartiti dall’alto e non esitano un momento a “sparare a comando”: sono PROGRAMMATI e PAGATI solo per fare questo.
Certamente sono in moltissimi ad invocare un risveglio anche degli agenti di polizia che vengono invitati ad unirsi alla protesta ed eventualmente aiutare, che comunque, bisogna sempre ricordare, sono sempre nostri altri concittadini e compongono l’unica società esistente.

Ecco una immagine esplicativa:
Polizia 9-12

Tuttavia il web, che non è un’entità vivente a se stante, ma un mezzo di scambio informazioni, idee e proposte avanzate da NOI ETERNE ESSENZE INCARNATE (leggi persone o esseri umani o individui o terrestri o quello che vi pare: prima o poi convergeremo anche su questa definizione per evitare equivoci e fraintendimenti!),  è quantomai diviso tra chi appoggia la manifestazione a spada tratta e chi invece, come sempre, avanza dei dubbi sulla sua reale riuscita.

Questo è anche il caso di Matteo Cerasuolo che nel suo lucidissimo articolo (qui: http://www.sovranitaindividuale.it/senza-categoria/scongiuriamo-la-guerra-civile-e-scateniamo-la-pace/) esorta tutti ad usare il massimo discernimento e ribadisce il fatto che SI POSSONO USARE LE LEGGI per mettere in moto azioni molto più efficaci di mere manifestazioni di forza. L’Articolo è da leggere tutto, ma ne riporto qui alcuni passi:

…”volete scendere in piazza? Fatelo per informare chi non sa nulla, visto che i media non parlano perchè sono complici (e pagheranno tutti per questo) chiedete il consenso in modo pacifico e civile ma parlategli!!!
Non bloccateli, non bloccateci, non BLOCCATEVI!
Sproniamoci l’un l’altro e andiamo nei tribunali, c’è una procedura standard, come ho detto prima,che sarà a disposizione di chi la vorrà esaminare, per chi volesse realmente fare qualcosa di concreto in modo onorevole e in modo stabile.


Che Dio ci aiuti a compiere in modo onorevole il nostro degno destino.
Io spero che tutte le persone che veramente vorranno scendere in piazza, non vorranno farlo per sfogare le proprie ire ma per avere una soluzione concreta, troviamoci e comportiamoci in maniera onorevole altrimenti nella confusione qualcuno sfrutterà questa confusione, è sempre stato così, onore e calma, ritroviamoci e facciamo valere la legge, esistono moltissimi esseri umani consapevoli e onorevoli che già stanno operando per poter far si che si costituisca in un modo stabile e efficace la soluzione reale.

Questo è un sentimento che deve essere portato avanti con intelligenza, coerenza, consapevolezza, onore, calma in modo pacifico ma irreprensibile,siamo noi la chiave di tutto, ma dobbiamo aprire la porta giusta, LA LEGGE!

Vorrei a questo punto aggiungere un articolo del 4 dicembre che titola:
“ECCO COME LE MULTINAZIONALI HANNO DIRETTO LA PRIMAVERA ARABA”
Nell’articolo di Franco Fracassi si documenta come i “Dispacci Wikileaks rivelano come l’agenzia di intelligence Stratfor (che lavora per banche e multinazionali) conoscesse nomi di gruppi e leader rivoluzionari e guidasse le rivolte.”

Il personaggio chiave dell’articolo sarebbe questo Popovic.
Le ultime righe dell’articolo che spiega ben bene tutti i collegamenti riportano:

…”Grazie a questa collaborazione, Popovic venne classificato dalla Cia come «agente ombra». Una sorta di agente sul campo che fa il doppio gioco.

Nei sei anni di collaborazione con Stratfor, i coniugi Popovic hanno consegnato a banche e multinazionali informazioni sul dissenso nei seguenti Paesi: Filippine, Libia, Vietnam, Iran, Azerbaigian, Egitto, Tibet, Zimbabwe, Polonia, Bielorussia, Georgia, Bahrein, Venezuela e Malesia. L’Agenzia Usa è anche entrata in possesso di una copia della corrispondenza elettronica che Canvas aveva con i leader delle rivoluzioni.

Ma c’è di più. Popovic per Stratfor non era solo una preziosa fonte d’informazioni, era anche l’uomo che poteva aiutare banche e multinazionali a «rovesciare i leader di Paesi ostili» ai loro interessi. In una email del giugno 2011, Papic definisce Popovic come «un attivista serbo che viaggia per nostro conto per fomentare il mondo». E ancora: «Se usato correttamente, è più potente di una formazione di portaerei da battaglia».”

Il resto dell’articolo qui: http://popoff.globalist.it/Detail_News_Display?ID=92416&typeb=0&Ecco-come-le-multinazionali-hanno-diretto-la-Primavera-araba

Cosa c’entra direte voi? Per me ci sono evidenti analogie tra le cosiddette primavere arabe e quello che si vuol tentare di fare qui in Italia.
La situazione Italiana è del tutto instabile ed esplosiva ed è proprio la rivolta che è sempre stata auspicata da chi ha il potere di controllarla ed eventualmente peggiorare ancor più le cose, imponendo misure ancor più liberticide!
Forse è ora di cambiare strategia ed agire DIVERSAMENTE per farsi “meno male” ed ottenere risultati.
Le possibilità di farlo sono davvero tante e anche questo sito ne offre una davvero rivoluzionaria che, per quanto risulti ancora incomprensibile ai più, presto diverrà chiara e sempre più fattibile.
Richiede un impegno fisico prossimo allo zero, ma di massimo grado in altri piani, diciamo ben più sottili… 
Per chi fosse interessato già da adesso può guardare qui, qui, qui e qui!

Ma torniamo al 9-12.

Chi sono gli organizzatori dell’evento, quelli che ci mettono il nome e la faccia?
Sono tutti onorevolmente presentati sul sito del coordinamento in questa pagina:
http://www.9dicembre2013.it/coordinamento-nazionale.html che non si nasconde dietro nessun simbolo o bandiera e sono:
Danilo Calvani, Renzo Erbisti, Chiavegato Lucio, Mariano Ferro, Giovanni Zanon, Domenico Zeoli, Gobbi Umberto, Bissoli Giorgio, Giovanni Di Ruvo, Augusto Zaccardelli.

Molti di loro hanno registrato alcuni video-appelli tra i quali scelgo quello di Chiavegato che purtroppo non fa altro che ripetere quello che sappiamo ormai da anni:

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=n62d8AgOBU4]

Gli intenti che comunque traspaiono dopo la conosciuta requisitoria è: “ORA FERMIAMO L’ITALIA” e “ORA LORO DEVONO ANDARSENE”: queste sono le uniche proposte che arrivano da questo video, cioè imposizioni che mai e poi mai funzioneranno poichè dissonanti con le dinamiche delle leggi universali, in special modo con quella del libero arbitrio dell’essere umano, padrone delle proprie scelte.
Il politico è seduto e se la sua volontà è quella, nessuno mai potrà intervenire con la violenza poichè violerebbe appunto questa legge.
Se vogliamo che qualcuno se ne vada bisogna creare le condizioni affinchè succeda.
Bloccare tutto è creare condizioni perchè il lupo diventi il salvatore degli agnelli che non in grado di capire nè il lupo nè i manifestanti, ma sono come fuscelli al vento, incapaci di prendere alcuna decisione se non quella di offrirsi al miglior offerente per convenienza: una volta il manifestante e una volta il lupo.
Non c’è mai fine al peggio in ogni caso, ma neanche al meglio!!!
Al momento abbiamo ancora il voto per tentare di far qualcosa di diverso come accennavo sopra. E’ e sarà l’unica via… se saremo in grado di mantenerla e di SFRUTTARLA.
Tutto è già quasi pronto.
Non si dice COME si intende farlo, a parte il blocco (di chi se non di noi stessi) e si richiama a questa fantomatica unione di popolo senza bandiere.
Forse Lucio, che comunque stimo molto per la sua costanza e fede in questo evento, non ha ancora capito che OGNUNO DI NOI HA IL PROPRIO INTERESSE, quindi, finchè non ci sarà una evoluzione spirituale nella comprensione che ognuno di noi ha I MERITI DELLA SITUAZIONE ATTUALE, in qualsiasi strato sociale si trovi, qualsiasi manifestazione sarà fine a se stessa.
Ancora una volta il nemico viene identificato NELLO STATO LADRO, NELLE BANCHE, NEL GOVERNO, ed è proprio questa la chiave per capire che si combatte contro il nulla e per questo non si vincerà mai!!
Se riflettiamo bene sul significato delle parole e ci connettiamo alla realtà che è sotto gli occhi di tutti, non è difficile capire che se questo fantomatico Stato Italiano (che in realtà è una corporazione denominata Italy, Republic of, vedi qui: http://www.sec.gov/cgi-bin/browse-edgar?action=getcompany&CIK=0000052782&owner=include&count=40)
esiste, così come le banche e il resto, è una mera FINZIONE GIURIDICA MESSA IN MOTO DA NOI ETERNE ESSENZE INCARNATE!!!
Noi lo componiamo! FINE DELLA STORIA!!
Per questo trovo profondamente inutile attaccare l’istituzione, semplicemente perchè NON ESISTE, ma esistiamo NOI, le persone che agiscono secondo il proprio volere o, se “telecomandati”, secondo il proprio mandato, che sia politico, religioso, militare eccetera, ma comunque NOI, sempre e solo NOI, esseri umani in carne ed ossa!

Perchè siamo sempre NOI a fare tutto?
Perchè se guardiamo bene, senza mentire a noi stessi in primis, ci accorgiammo che il politico, il militare, il banchiere, alla fine è il nostro parente, figlio, fratello, cugino, vicino di casa eccetera eccetera!

Come si fa a non aver ancora compreso questa eclatante evidenza alle soglie del 2014, dopo che è stato detto e dimostrato in tutte le salse?

ALLORA, quali saranno gli aspetti positivi di questa ennesima, sperabilmente ULTIMA manifestazione di piazza, prima del famoso Natale che non vorremmo mai passare a fare blocchi, ma a casa nostra, in pace e armonia?

– Unione tra i manifestanti.
Si spera che chi si unirà alla protesta USERA’ il tempo passato insieme agli altri per INFORMARSI e COSTRUIRE qualcosa di buono.
Per esempio si possono creare degli spazi divulgativi per comprendere meglio il sistema di schiavitù e trovare le chiavi per uscirne o cambiarlo.
Leggere gli articoli di questo blog, specialmente QUESTI, potrebbe essere altamente formativo.

– Aumento della consapevolezza generale.
Ogni evento cocrea MEMORIA (anche se siamo proprio smemorati in vertità), o meglio PRECEDENTI storici dai quali si dovrebbe poi trarre esperienza analizzandoli a freddo. Il passato blocco dei Forconi in Sicilia l’anno passato non ha prodotto i risultati sperati: da questo si dovrebbe trarre la lezione.
Dubito fortemente che anche stavolta si raggiungerà l’utopico risultato auspicato, l’unico chiaramente enunciato del “loro se ne devono andare”: ripeto che non ci sono mai stati i “loro”, ma siamo sempre stati TUTTI NOI, nella nostra infinita e indefinita varietà!
Siamo individui o no? Impossibile essere tutti uguali, siamo sempre stati e sempre saremo TUTTI DIVERSI grazie a Dio per davvero, ciononostante componenti dell’UNICO POPOLO!

– Scoprire che il concetto di “massa” non funziona.
La massa va dove dice la massa e una massa di 60 milioni di direzioni è totalmente statica e annulla tutte le sue forze in se.  Ecco che si comprende l’infinita forza e potere di UNO/A SOLO/A: quello/a che fa tutta la differenza.
Quello/a sei proprio tu!
Basta sempre e solamente osservare la realtà davanti ai nostri occhi. Guardiamo il parlamento: la benedetta maggioranza per il varo delle leggi dipende sempre da pochissimi voti che sbilaciano il 50% a favore o a sfavore …
CHI E’ CHE DECIDE PER TUTTI ALLA FINE????
LA MASSA UGUALE E CONTRARIA A SE STESSA O I POCHI CHE FANNO LA DIFFERENZA???
Chiaramente il famoso +1 oltre il 50%!!!

In definitiva spero davvero che la manifestazione resti pacifica e che tutto andrà per il meglio, sia per i manifestanti che per i non manifestanti, sempre e comunque UNICO POPOLO.

Arriveremo a capirci prima o poi.
Quel momento è ogni giorno più vicino.

Grazie a tutti i lettori che vorranno divulgare il messaggio di pace e DI UNIONE con se stessi e la realtà della vita infinita fatta di infinite possibilità per tutti.

IL M-IO PRIMO MINISTRO SI UNISCE solo idealmente al blocco, in quanto ritiene che unirsi fisicamente in questo momento sia assolutamente controproducente.
L’Italia è assolutamente immobile già da anni, auspico quindi uno sblocco del popolo che si unisce nell’amore incondizionato e nella volontà di fare per se stesso, invece di andare contro false-flag, mulini a vento, quali governi e banche.
C’è bisogno di strategie condivise, progetti innovativi e ASCOLTO DELLE MILLE E MILLE PROPOSTE EVOLUTIVE già esistenti per rinascere in tutti i campi.

L’Italia sarà il centro del rinnovamento se e solo se SARA’ IN GRADO DI USARE TUTTTE LE SUE MIGLIORI DOTI CREATIVE E INNOVATIVE CHE HANNO SEMPRE CONTRADDISTINTO E CARATTERIZZATO IL NOSTRO POPOLO, INNOVATORE DA SEMPRE NEL MONDO!

Grazie a chi è arrivato fin qui, ha raccolto il messaggio e lo condividerà!
Emanuele Nusca

print

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento