, ,

ESTATE 2013 CALDISSIMA DI NOTIZIE

Questo articolo vuole essere una raccolta di notizie di importanza massima che accadono proprio in questi giorni in tutto il mondo ai piani alti.
Secondo me è assolutamente da evidenziare come grandi manovre di cambiamento stiano succedendo agli alti livelli, a favore della dismissione dei vecchi schemi di potere costruiti ed adottati nel corso dei millenni passati.

Ringrazio tutto il WEB e specialmente la parte alla quale sono collegato, che ci fornisce notizie davvero interessanti per capire il momento topico che l’umanità sta vivendo.

La prima notizia di cui intendo parlare viene dal Vaticano e riguarda il nuovo Motu Proprio dell’08-08-2013 (segue quello dell’11-07-2013) che il suo capo, nella persona di Francesco Bergoglio, ha emanato.

CALDO1

Potete leggere il testo integrale con la relativa spiegazione in breve sul blog ICONICON dove tra l’altro il buon Jervè inserisce una considerazione importantissima.
Leggi QUI: http://www.iconicon.it/blog/2013/08/il-motu-proprio-di-francesco/ (nell’articolo i link diretti al documento e altri dettagli)

In pochi sanno che la LETTERA APOSTOLICA MOTU PROPRIO del Papa è giuridicamente la più alta forma di decreto esistente sul pianeta, e quella che ha pertanto la più ampia gamma di conseguenze reali sulla società.

La vivacità di Papa Francesco in questo settore (motu proprio significa: di sua spontanea volontà) ci preannuncia grandi cambiamenti nel prossimo futuro e ci apre la strada a citare questi atti giuridici come giurisprudenza di riferimento nelle nostre azioni di rivendicazione dei diritti, con pari, anzi maggior peso di ogni altra legge, decreto o sentenza civile.

Jervé

Anch’io leggo la notizia positivamente in quanto il Papa in un certo senso, con questo atto, “scarica” le responsabilità riferite al suo ruolo di capo unico e ultimo della stuttura vaticana sulle persone che operano nei vari settori finanziari e che di fatto sono responsabili delle loro azioni illegittime qualora venissero riscontrate.
In pratica costringe le singole individualità che occupano i nodi di smistamento del potere, dove si può facilmente delinquere se non si è assolutamente probi, ad assumersi le proprie responsabilità, avendo tolto loro l’immunità, avendoli quindi potenzialmente esposti al giudizio.

La notizia del nuovo Motu Proprio arriva quasi in concomitanza con l’ulteriore scatto in avanti delle notifiche mosse da Kevin Annet, presso l’ITCCS, il Tribunale Internazionale per Crimini della Chiesa e dello Stato, una corte di giustizia autonoma, ma perfettamente legale sotto i canoni della common law internazionale.

motu-proprio-de-s-s-pio-x-sobre-la-musica-sacra-de-pio-x-529597964_ML

E’ questa la seconda notizia: Kevin Annet colpisce ancora!

Qui L’articolo del 04-08-2013 pubblicato sul sito dell’ITCCS con il video esplicativo di Kevin Annet che legge e spiega la denuncia, che si aggiunge a tutte le altre già effettuate nel lungo percorso di giustizia intentato dal reverendo Annet a favore dei diritti degli indigeni Canadesi e in genere contro tutti i crimini e gli abusi commessi dalla struttura vaticana operante in loco tramite gli esecutori di crimini efferati e genocidio verso popolazioni autoctone.

http://itccs.org/2013/08/03/the-roman-catholic-church-is-declared-a-transnational-criminal-organization/

Questa denuncia “dichiara la chiesa romana cattolica un’organizzazione criminale transnazionale”  e pone sotto accusa il suo capo, il papa, nella persona di Bergoglio adesso, di Ratzinger prima.

Nel documento BENCH WARRANT ORDER qui: http://itccs.org/wp-content/uploads/2013/08/bench-warrant-order.jpg c’è il mandato di arresto emanato per il papa dove tra l’altro si legge “BERGOGLIO è stato dichiarato un Nemico Pubblico ed un pericolo reale e presente non solo per tutti i cittadini e i loro figli, ma anche per la sovranità e la sicurezza delle Nazioni” .

Niente paura, è tutto vero, proprio come un film, ma è il film della REALTA!!!

Per comprendere meglio il percorso dell’ITCCS e di Kevin Annet è bene quantomeno leggere i PREGRESSI. Parecchi sono elencati in questo LUNGO E INTENSO ARTICOLO del febbraio 2013 che è NECESSARIO leggere per CONNETTERE I PUNTI della grande figura.papa-francesco-pollice-alzato_picc

http://www.ilmioprimoministro.it/joseph-ratzinger-vaticano-mondo-enciclopedia-dellultimora/

E’ importante adesso capire che le maschere stanno cadendo e pian piano gli attori torneranno ad essere esseri umani.
A prescindere dal ruolo che avranno occupato, quello che li differenzierà sarà il proprio unico valore.

Un’altro importantissimo articolo da tenere in assoluta considerazione è quello uscito il 28-07-2013 sulla DEFEZIONE del principe saudita Khalid Bin Farhan Al-Saud.

Da Wikipedia prendo la definizione di defezione:

“La defezione in politica è l’atto di venir meno al proprio impegno di lealtà verso uno Stato o una entità politica a favore di un altro e deriva dal latino de (allontanamento) facere (fare, agire). Chi defeziona è spesso indicato come transfuga, disertore o traditore.”

Quella che segue è la traduzione dell’articolo originale linkato qui, dove è possibile reperire anche il testo in arabo della dichiarazione originale twittata dal principe il 27:
http://topinfopost.com/2013/07/28/saudi-prince-defects-from-royal-family

Il principe Khalid Bin Farhan al-Saud ha annunciato la sua defezione dalla famiglia reale Al Saud attraverso una dichiarazione, invitando altri principi a rompere il silenzio e rivelare la verità, per l’amor di Dio.

Nella sua dichiarazione il Sabato, il principe saudita riferisce delle sue ‘sofferenze’ sotto il regno del regime di Al Saud descrivendole come amare esperienze che saranno rivelate su twitter dal saudita Mujtahid scrittore e attivista saudita Saad al-Faqih, che attualmente vive a Londra .

Ha detto che ha ringraziato Dio che lo ha aiutato a capire la verità sul regime saudita attraverso un “esperienza personale orribile diretta”, in modo da poter avere un assaggio di ciò che le persone hanno sofferto in tutto il paese.

“Con orgoglio, vi annuncio la mia defezione dalla famiglia Al Saudi in Arabia Saudita”,

ha scritto nella sua dichiarazione.

“Questo regime in Arabia Saudita non è leggittimato da regole di Dio o anche da norme stabilite (dai paesi) e le sue politiche, le decisioni e le azioni sono totalmente basate sulla volontà personale dei suoi leader.” “Tutto ciò che viene detto in Arabia Saudita circa il rispetto del diritto e regole religiose sono fittizie in modo che possano mentire e fingere che il regime obbedisce regole islamiche “.

Ha criticato la famiglia reale per considerare il paese come sua proprietà, mentre ha messo a tacere tutte le voci da dentro e fuori il governo chiedendo cambiamenti e riforme.

Khalid Bin Farhan ha detto che la famiglia regnante ha deliberatamente tirato il paese alla condizione attuale in cui vengono ignorate le grida di oppressi.

“Loro non pensano a nulla se non ai loro benefici personali e non si preoccupano per il paese e gli interessi della gente o anche la sicurezza nazionale”,

ha aggiunto.

Egli ha avvertito che i problemi attuali dell’Arabia Saudita non sono “temporanei o superficiali” e non finiscono in disoccupazione, bassi salari e distribuzione ingiustificata di ricchezza comune, strutture e servizi.

“I problemi sono profondi e reali,”

ha detto aggiungendo che sono preoccupati di corruzione e abuso di potere da parte del regime e la frode nel parlamento e nel sistema giudiziario.

Il principe saudita ha detto che tutto ciò che l’opposizione riformista dice di politico, economico, giudiziario del Paese e condizioni sociali di sicurezza, nonché il loro abuso verso i valori religiosi è reale e ha aggiunto:

“La situazione è ancora peggiore di quello che si dice in critiche”

Egli ha invitato tutti coloro che hanno a cuore il futuro del Paese ad unirsi a lui e al flusso di riforme e di rompere il loro silenzio sulla corruzione della famiglia Al Saud.

Fonte: Al Alam

Il detto “tutto il mondo è paese” non è mai stato così attuale.
è chiaro che le popolazioni ora scoprono il confine tra spiritualità e religione.
Chiunque si trovi in qualsiasi posizione in questo temmpo e si risveglia alla realtà dei fatti sente adesso il bisogno di parlare ed andare controcorrente rischiando anche molto di proprio.
Qualsiasi sia la provenienza geografica, chiunque si espone in questo modo parla di grandi vessazioni e corruzione ai livelli alti specie della politica e degli affari sociali vedi appunto religioni: possibile che siano tutti complottisti?

Ricordiamo che: “L’Arabia Saudita è uno Stato retto da monarchia assoluta di carattere islamico. Il sovrano è il capo di Stato del paese e la somma autorità religiosa, e detiene poteri pressoché assoluti. La linea di successione è ristretta soltanto ai reali di sesso maschile e regolata dalla legge non scritta del “seniorato”. … Le più alte cariche politiche sono occupate dai membri più influenti della medesima famiglia.”

Speriamo che nelle prossime dichiarazioni, se ci saranno, il principe Khalid scenda di più nei particolari della sua storia, per capire meglio, ammesso che ce ne fosse bisogno, come è incastrata l’Arabia Saudita nel gioco mondiale di poteri che furono, in via di sgretolamento esponenziale.

Il quarto pezzo che propongo riguarda l’Australia e le denunce ai più alti vertici del governo per tradimento.

Sembra proprio che “il potere che fu” sia davvero esposto a livello globale.

Dal DAYLY NEWS – NEW ZEALAND http://dnews.co.nz/node/26

rudd-v-gillard-labor-family-in-decay-300x1681-300x167

Alti membri del governo australiano tra cui Kevin Rudd, Julia Gillard e Tony Abbott si trovano ad affrontare accuse di tradimento nella Corte Federale australiana.

L’accusa è stato portato contro Rudd e Abbott, nonché la Commissione elettorale australiana di Brian Shaw dopo che il giuramento di fedeltà e di riferimento alla Corona britannica sono stati rimossi dalle leggi australiane.

“Mr Kevin Rudd ha avuto effettiva conoscenza del fatto che la Corona e il Monarca erano state rimosse senza alcun referendum di sorta e che Julia Gillard e gli altri erano stati accusati [di tradimento].”

“L’imputato (John Howard) all’interno del Commonwealth d’Australia nel corso del periodo che va dal 1 gennaio 2004 fino ad oggi ha commesso il reato di Tradimento della Common Law …”

Mr Shaw sostiene che autorevoli esponenti politici australiani e Giudici abbiano commesso o celato tradimento, in particolare relativo alla soppressione del riferimento al monarca in Australia occidentale.

Afferma inoltre che tutti i certificati di nascita in Australia vengono trasformati in obbligazioni che sono negoziati sul mercato azionario globale, una forma di trafficing umana secondo l’affidavit.

FONTE con la denuncia completa: http://dnews.co.nz/node/26 # sthash.ZaTL5Ocz.dpuf

La storia dei certificati di nascita non è nota ai più: di base il certificato di nascita dovrebbe essere il collaterale che le corporation identificate come stati usano per commerciare tra loro. Noi siamo il valore che ci viene tolto con l’inganno e loro ne beneficiano usandolo come vogliono….
Queste tematiche stanno venendo a galla e se ne discute approfonditamente sui gruppi FB
anche italiani che parlano di OPPT.

E’ DAVVERO SINGOLARE E IMPORTANTE CHE IN ARTICOLI COME QUESTO SALTINO FUORI CERTI PARTICOLARI DI MASSIMA RILEVANZA!

Staremo a vedere come evolverà la faccenda!

Ebbene, dopo aver fatto il giro del mondo arriviamo in italia con la quinta ed ultima news, dove cittadini retti e consapevoli continuano a denunciare le più alte cariche dello stato Italiano e anche  Jorge Mario Bergoglio Sovrano dello Stato Città del Vaticano .

Questa volta si tratta (o meglio si ri-tratta perchè il soggetto è ormai un’habituè delle denunce ai vertici dello stato) di Orazio Fergnani di ALBAMEDITERRANEA.

A questo link http://www.albamediterranea.com/index.php?option=com_k2&view=item&id=228%3Aquerela-contro-jorge-mario-bertoglio-ed-altri-di-orazio-fergnani&Itemid=113 si può leggere l’estensiva e circostanziata denuncia contro:

1)  Jorge Mario Bergoglio Sovrano dello Stato Città del Vaticano;
2) Giorgio Napolitano in quanto Presidente della Repubblica e Capo dello Stato italiano;
3) Enrico Letta in quanto Presidente del Consiglio dei Ministri;
4) Emma Bonino in quanto Ministro degli esteri;
5) Angelino Alfano in quanto Ministro degli Interni;
6) Mario Mauro in quanto Ministro  della Difesa;
7) Luigi Binelli Mantelli in quanto Capo di Stato Maggiore della Difesa;
8) Ed eventuali altri qui non citati aventi responsabilità penalmente rilevanti e sanzionabili.

Per le ipotesi dei reati p. e p. dagli articoli:

1)                  Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina
2)                  Concorso formale in reato continuato (art.81 c.p.);

3)                  Pene per coloro che concorrono nel reato (art.110 c.p.);
4)                  Circostanze aggravanti (art.112 c.p.);
5)                  Corruzione del cittadino da parte dello straniero (art.246 c.p.);
6)                  Infedeltà in affari di Stato (art.264 c.p.)
7)                  Propaganda ed apologia sovversiva o antinazionale (art.272 c.p.);

8)                  Vilipendio della Repubblica delle Istituzioni costituzionali, etc., (art.290 c.p.);
9)                  Vilipendio della Nazione italiana (art.291 c.p.);
10)              Istigazione a commettere alcuno dei delitti … (art.302 c.p.);
11)              Pubblica istigazione e apologia ….. (art.303 c.p.);
12)              Abuso d’ufficio (art.323 c.p.);
13)              Omissione di atti d’ufficio (art.328 c.p.);
14)              Usurpazione di funzioni pubbliche (art. 347 c.p.);
15)              Istigazione a delinquere (art.414 c.p.);

16)              Istigazione a disobbedire alle leggi (art.415 c.p.);
17)              Associazione a delinquere (art.416 bis);
18)              Circostanze aggravanti (art.456 c.p.);
19)              Circonvenzione di persone incapaci (art.643 c.p.);
20)              Abuso della credulità popolare (art.661 c.p.);
21)              Ed eventuali altre fattispecie di reato che venissero rilevate nel corso delle indagini.-

Luogo di commissione : Territorio nazionale

Persone offese:  la Repubblica italiana, tutti i Cittadini italiani, la Nazione italiana.

Ne consegue un lungo esposto dove si riallacciano fatti storici e si espone il sistema di potere che attualmente muove le fila della politica italiana, con particolare riguardo alle questioni che riguardano Bergoglio, la sua carriera, i fatti inerenti all’ordine dei Gesuiti e i gangli Vaticani.

Certo è che i collegamenti da fare sono moltissimi, tuttavia se si ha la costanza e la voglia di approfondire si capirà che non si nasconde pazzia dietro questa denuncia, che non è tra l’altro esemplare unico, ma segue una discreta serie di atti simili (ricordiamo le denunce di  Matteo Cerasuolo, Paolo Barnard, Paola Musu, lo stesso Fergnani, l’avvocato Gianfranco Orelli http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/20/attentato-alla-costituzione-avvocato-varese-denuncia-napolitano-procedura-nomina/206018/ e altri prima di loro) .

Dopo pagine e pagine di evidenze storiche e riferimenti quindi arriva la conclusione dell’atto con la richiesta:

Per tutti i sopraelencati motivi, ragioni, diritti…

CHIEDIAMO 

di procedere alla verifica delle responsabilità dei fatti qui descritti di coloro in epigrafe elencati ai fini di:

1)                  assicurare la prova dei reati;
2)                  impedire la continuazione dei reati; .

Ricordo, sottolineo ed enfatizzo ad uso di chi mi legge rammentando l’ obbligatorietà dell’azione penale (art. 112 della Costituzione) in caso di evidenti violazioni di legge e l’altrettanto obbligatorio arresto in caso di flagranza di reato, e ricordo altresì il giuramento prestato nei confronti della Costituzione, delle Istituzioni, della Repubblica, dello Stato e dei Cittadini italiani tutti, a cui l’operato di questo giudice si deve uniformare e deve rispondere, e di cui noi a nostra volta saremo severi giudici.

Chiediamo quindi la punizione nei termini di legge per tutti i reati sopra contestati, e quant’altro ravvisabile nell’esposizione dei fatti e scaturenti dalle indagini, il ripristino della legalità, della giustizia e le più severe sanzioni e condanne previste dalla LEGGE.

Ci riserviamo inoltre di costituirci parte civile nell’instaurando procedimento penale;

e, ai sensi dell’ex art. 408 c.p.p., chiediamo di essere avvisati in caso di richiesta di archiviazione.

 

In definitiva le richieste di spiegazione al regime da parte dei cittadini svegli prosegue senza sosta.
Grazie a queste denunce tanti di noi possono documentarsi e capire meglio che il potere ha ormai invaso e reso inservibili le istituzioni elitarie, composte da pochi membri, che però stranamente controllano le masse e gestiscono il consenso che gli viene praticamente regalato da noi.

Stiamo imparando pian piano a ritirare il nostro consenso dalle istituzioni marce, man mano che la nostra consapevolezza aumenta in tutti i campi.
Così ecco che i vecchi schemi tutt’a un tratto non funzionano più e il paese è allo sbando più totale ( politicamente parlando ) anche per il continuo scollamento della cittadinanza dalle istituzioni obsolete.

La nuova era farà nascere un nuovo governo, totalmente rinnovato e che sfrutta le capacità della sua stessa cittadinanza per governare.
E’ già possibile adottare nuovi sistemi trasparenti, veloci ed efficaci per la migliore gestione delle nostre risorse e in definitiva delle nostre vite, tuttavia ognuno di noi è chiamato a collaborare a questo processo di trasformazione come meglio sente.

OPPT ha ristabilito da meno di un anno e solo sulla carta, una certa equità tra gli esseri umani e azzerato d’un colpo il vecchio sistema di potere e controllo. Adesso però bisogna LAVORARE SODO per far si che si passi all’azione e l’equità nella distribuzione delle risorse, comunque sufficienti per tutti, si manifesti nella realtà.

Questo potrà avvenire solo collaborando a tutti i livelli della società in pace e armonia, non solo, ma anche unendosi davvero in un atto karmico che ci dimostri di essere parte di un grande progetto comune unico voluto da tutti.

La realtà locale è il riflesso della realtà globale e viceversa.
Se i cittadini troveranno la pace al loro interno allora anche nella nazione ci sarà la pace
Se le nazioni troveranno la pace al loro interno, allora anche nel mondo ci sarà la pace.

La strada è dura, ma almeno siamo in carreggiata!

Grazie a chi è arrivato fin qua leggendo ben 2670 parole, senza contare i link!

Emanuele Nusca

Video playlist con tutti i dettagli. Orazio Fergnani parla nel terzo video della lista e spiega la denuncia:
[youtube=https://www.youtube.com/watch?v=OFghHSXbycc&list=UUthub4aJ-vvD2rZbVwSBiOQ]

print

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento