E’ UFFICIALE: I SOLDI NON ESISTONO PRIMA DEL PRESTITO. Lo dice (anche) la Bank of England

Lo dice la Bank of England e lo scrive anche sul bollettino ufficiale del primo trimestre del 2014 dove sono descritte le modalità con cui le banche, non solo centrali, creano moneta prestandola, oppure prestano moneta creandola…

World Debt


L’Argomento del “finto denaro” e delle sue infinite possibilità di schiavizzare e opprimere i popoli attraverso i più vari meccanismi debitori messi in atto da chi ha acquisito il privilegio di emetterlo, è già stato discusso su questo blog in questi articoli:  http://www.ilmioprimoministro.it/moneta/, tuttavia nessuna fonte ufficiale si era mai pronunciata a tal modo in proposito.

Molti blog hanno divulgato questa notizia, nonostante il solito nulla della stampa mainstream, quindi in questo articolo proporrò cenni dai migliori report sull’argomento.

Innanzitutto le fonti ufficiali: questi sono i link della Bank Of England.
Articolo del bollettino relativo all’emissione di prestiti:  http://www.bankofengland.co.uk/publications/Documents/quarterlybulletin/2014/qb14q102.pdf
Bollettino completo on-line:  http://
www.bankofengland.co.uk/publications/Pages/quarterlybulletin/2014/qb14q1.aspx

(articolo di The Guardian) http://www.theguardian.com/commentisfree/2014/mar/18/truth-money-iou-bank-of-england-austerity

*****
Da “OLTRE 12” 

L’Articolo titola così:

Banca d’Inghilterra: “i soldi non sono rappresentazione su carta di beni ‘reali’, ma sono cambiali universalmente riconosciute, vengono creati nella loro maggioranza dalle Banche Commerciali nell’atto di fare prestiti.”

Ecco quanto evidenziato dal bollettino della Banca di Inghilterra:
– i soldi non sono rappresentazione su carta di beni ‘reali’, ma sono cambiali universalmente riconosciute,
– vengono creati nella loro maggioranza dalle Banche Commerciali nell’atto di fare prestiti.
– questi prestiti non possono essere erogati a piacere, per mantenere la Banca competitiva e a causa di regolamenti finalizzati a mantenere la capacità di recupero dei sistemi finanziari. I soldi del destinatario finale del prestito (ad esempio il venditore di una casa) possono anche essere ‘distrutti’ se vengono utilizzati per ripagare altri debiti (e ciò, mi pare abbia come ovvia conseguenza il fatto che i debiti ripagati sono un cattivissimo affare per le Banche…)
– Le politiche monetarie delle Banche Centrali rappresentano i limiti ultimi della creazione di denaro. Normalmente queste politiche agiscono sui tassi di interesse, che determinano quindi la quantità di denaro creato. In momenti eccezionali, quali l’attuale, in cui i tassi sono ai minimi, vengono effettuati acquisti di beni privati per far circolare denaro e i “Quantitative easing”.

Perché la Banca d’Inghilterra improvvisamente ammettere tutto questo? Bene, una ragione è perché è ovviamente vero. Il compito della Banca è quello di governare effettivamente il sistema e ultimamente, il sistema non è stato in funzione particolarmente bene. E’ possibile che essa abbia deciso che mantenere la versione da ‘regno della fantasia’ dell’economia che è stata così di comodo ai ricchi è semplicemente un lusso che non può più permettersi.

Il resto, che consiglio di leggere è su OLTRE12 a questo link:  http://www.oltre12.net/2014/03/rendetelo-virale-banca-dinghilterra-i.html

*****
Da IL FATTO Economia e Lobby

Alt fermi tutti. La Banca Centrale Inglese pubblica un documento nel quale di fatto si dissocia dalla teoria quantitativa della moneta. Un documento che a partire dal sottotitolo farà discutere. Il messaggio è chiaro e semplice: “Tutto quello che avete imparato sulla moneta dai libri di testo di economia è sbagliato”. In sostanza, in un solo paper la Bank of England smonta il concetto fondamentale della teoria classica della moneta. A differenza della spiegazione abituale, secondo la BoE, le banche centrali non hanno un controllo diretto tanto meno un’azione diretta sulla quantità di moneta. ….

Qui il resto: http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/26/banca-centrale-inglese-contro-i-colleghi-americani-il-denaro-non-dipende-da-noi/925615/ 

*****
Dal Blog VIETATO PARLARE

Segnalo l’articolo-traduzione di Michele Cucca dell’originale del The Guardian.
http://www.vietatoparlare.it/bank-of-england-ammette-sistema-bancario-attuale-truffa/

*****

Giacinto Auriti, famoso monetarista abruzzese, 
in questo articolo, http://www.disinformazione.it/parole_di_satana.htm scriveva in proposito della Bank of England:

“… Con la costituzione della Banca d’Inghilterra e del sistema delle banche centrali, tutti i popoli del mondo sono stati trasformati da proprietari in debitori ineluttabilmente insolventi del proprio denaro. La banca, infatti, prestando il dovuto all’atto dell’emissione, carica il costo del denaro del 200%. L’Umanità è così precipitata in una condizione inferiore a quella della bestia. La bestia, infatti, non ha la proprietà, ma nemmeno il debito.  
È gran tempo ormai  che si comprenda che tutti possono prestare denaro tranne chi lo emette. Con la moneta debito l’Umanità è stata talmente degradata che non a caso si è verificato il fenomeno del “suicidio da insolvenza”  come malattia sociale che non ha precedenti nella storia. Ciò conferma la Profezia di Fatima: “I vivi invidieranno i morti”.

Non a caso nel 1694 viene fondata la banca d’Inghilterra che emette la sterlina sulla regola di trasformare il simbolo di costo nullo in moneta, inaugurando l’era dell’oro-carta. …”
*****

Video intervista molto interessante di Maurizio Blondet a Marco Saba. 

In pochi minuti Marco Saba ricorre importanti tappe di parte della storia monetaria Italiana, in cui sono coinvolte anche le AM-LIRE, valuta Americana stampata appositamente per comprare l’Italia del dopo-guerra.
Marco Saba propone anche una soluzione per chiedere l’estinzione di questo debito.

[youtube=https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=s7zCVIAbkQw]

*****

COSA ALTRO AGGIUNGERE?

Personalmente sull’argomento, tra i passati articoli e podcast non ho nulla da aggiungere.
E’ ormai chiaro che il sistema sta collassando sotto i nostri occhi, o meglio, è pronto a cambiare, e questa “ammissione di verità” da parte di uno dei più potenti istituti bancari mondiali ne è per me una riprova, oltre tutti i macro-eventi collegati al settore finanziario e successi negli ultimi 2-3 anni.
Tuttavia la riflessione che vorrei fare verte sulla FIDUCIA.

L’attuale denaro è denominato FIAT  poichè accettato sulla fiducia, ma privo di controvalore intrinseco: le banconote attuali valgono il solo valore di stampa e non sono convertibili.
Quindi tutti noi ci FIDIAMO del fatto che avendo una banconota in tasca, possediamo un qualche valore di scambio che possa essere accettato da un qualsiasi commerciante che voglia scambiare qualcosa per quella banconota e per fortuna ancora è così.
Tuttavia quella banconota non rappresenta nessun valore, se non la FIDUCIA che noi abbiamo in quel valore.

Invece rappresenta il debito che noi abbiamo con la banca che ci ha prestato quella banconota e sulla quale grava anche un interesse che di fatto la deprezza inesorabilmente momento dopo momento.
Questo è il sistema, sic et simpliciter e noi lo continuiamo ad accettare ogni momento.
Non importa quante banconote o quanti spiccioli si hanno in tasca, purtroppo o per fortuna, siamo tutti collegati dal “dio denaro” e giochiamo tutti allo stesso gioco, mendicanti compresi.

Questo è, anzi ERA il gioco, perchè dal 2012 siamo alle battute finali e adesso si procede spediti verso lo smantellamento, tuttavia è il popolo (CIOE’ NOI) che deve reclamare il proprio potere e SPOSTARE LA PROPRIA FIDUCIA dal denaro all’ESSERE UMANO.

Si, è solo questo che bisogna fare.

Certo, non è facile, ma se mai si comincia, mai si finisce e posso assicurare i lettori che il cambio paradigmatico è iniziato potentemente, dato che moltissime anime hanno ormai compreso l’enorme truffa che ha soggiogato l’umanità con la menzogna ordita a regola d’arte e per questo adesso cooperano per creare soluzioni migliori.

IL M-IO PRIMO MINISTRO cerca di fare la sua parte esponendo questi fatti e mettendo in campo un “gioco” al quale tutti gli italiani possono partecipare e che si fa esclusivamente con la FIDUCIA: un metodo per unire il potere del popolo instaurando una rinnovata fiducia l’uno per l’altro!

A quel punto si potrà anche scegliere serenamente tra le molteplici proposte di monete alternative e/o equivalenti o nuovi e diversi sistemi monetari che NOI POPOLO dovremo adottare per risolvere al meglio i nostri scambi energetici.

La Nuova Era porterà molta novità e molte verità: la principale è che tutto quello che si credeva vero si rivelerà falso e vice-versa! 

Grazie agli attenti e divulganti lettori! 🙂
Emanuele Nusca

print

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento