,

PROPOSTE ELETTORALI della NUOVA ERA 2013

PROPOSTE ELETTORALI della NUOVA ERA 2013

IL M-IO PRIMO MINISTRO svolge un’azione divulgativa per informare e proporre alternative di voto per il futuro che noi cittadini evoluti ci apprestiamo a co-creare, coscienti del fatto che le nostre azioni presenti generano gli eventi futuri. Se vorremo costruire un nuovo futuro, evidentemente diverso dalla realtà attuale, non ci resta che SCEGLIERE diversamente, lasciandoci guidare dal nostro UNICO VOLERE.
Votare alle elezioni 2013 è una piccola azione che cambia il tuo futuro e di conseguenza quello di tutti noi.
Informiamoci il più possibile affinché sia chiaro il fatto che nel 2013 LE ALTERNATIVE DI VOTO SONO MOLTEPLICI e tutte hanno dei caratteri e obbiettivi di fondo abbastanza nobili e comuni.
Leggendo la seguente ricerca, assolutamente parziale, che illustra alcuni dei NUOVI partiti in corsa per il nuovo governo italiano, si notano i concetti di SOVRANITA’ MONETARIA, PACE, UNIONE, RESPONSABILITA’ e RINNOVAMANTO.

La domanda che resta è: chi sarà il miglior Presidente del Consiglio Italiano nel 2013?

Spunti di riflessione:
Comunque vadano le elezioni il prossimo presidente del consiglio sarà UNO per tutti come è di fatto sempre Stato.
Chiunque sarà, sarà un Essere Umano diverso e uguale a te Essere Umano, e non potrà cambiare la tua realtà più di quanto non lo stia già facendo ora.
La società mondiale è composta da 7 miliardi di Esseri Umani diversi con pari diritti e le risorse del pianeta sono affidate alla loro gestione.
E’ ora di trovare intese tra Esseri Umani a tutti i livelli e generare il benessere collettivo, lavorando insieme ragionatamente!

La discussione nei commenti è aperta, così come si accettano volentieri ulteriori nuove proposte.
Il panorama è vasto e sarebbe un peccato non coglierne tutti i particolari!
Grazie!
Emanuele

PAS FERMIAMO LE BANCHE.

http://pas-fermiamolebanche.it/

Il PAS non è un partito di destra né di sinistra né di centro, perchè la destra erra nel privilegiare l’individuo, la sinistra nel sacrificarlo, e il centro nel porsi a mezza strada tra due errori.
Il PAS è invece fondato sul diritto di svilupparsi liberamente, come vuole la destra, purché lo sviluppo individuale sia funzionale allo sviluppo della società, come non può che piacere alla sinistra.
Una concezione che coincide con il concetto di intelligenza, che è infatti la capacità di svilupparsi passando attraverso lo sviluppo degli altri.
Esso dunque nasce dal superamento degli attuali schemi e ha l’obiettivo di affermare una nuova regola sociale (morale) atta a spezzare lo steccato delle pseudoculture all’interno del quale si svolge la vita del contesto umano, tutte univocamente rivolte a indebolire le collettività per poter poi realizzare la subordinazione dell’uomo alle logiche produttive anziché delle logiche produttive all’uomo.
ALFONSO LUIGI MARRA

Paola Musu: Il nuovo Partito ” LISTA SI: SIAMO ITALIA “.
Pubblicato il 12 dicembre 2012 da sovranidade

http://sovranidade.org/?p=4069
Programma sintetico in 10 punti scaricabarile
http://serenitalia.com/sito/Documenti/MANIFESTO_POLITICO_LISTA_SI_SIAMO_ITALIA.pdf

LISTA SI. SIAMO ITALIA
PUNTI PROGRAMMA
1.    Recupero integrale ed immediato della sovranità nazionale illegittimamente ceduta ad organismi ed enti sovra- ed extra-nazionali, mediante il disconoscimento unilaterale dei relativi trattati tutti, sottoscritti in manifesta violazione della Carta Costituzionale, con contestuale uscita dall’euro, rinazionalizzazione della Banca d’Italia (e suo collegamento con il Ministero del Tesoro), separazione tra banche commerciali e banche d’investimento e ridefinizione dei rapporti con i paesi dell’attuale UE sulla base di accordi doganali e di cooperazione commerciale, aventi ad oggetto la libera circolazione sia dei beni, che delle persone, che dei capitali, con previsione, in subordine, eo in alternativa, di analoghe equivalenti trattative con paesi di altra area geografica. 
Modifica degli artt. 50 e 71 II comma Costituzione per l’introduzione di tempi certi di esamina ed approvazione, che riguardano gli strumenti della petizione e dell’iniziativa di legge popolare.

Partito ITALIA NUOVA P.I.N.
http://www.partitoitalianuova.it/
Sovranità Monetaria. La definizione di STATO è: un Popolo stanziato su un territorio che si da una giurisdizione e una MONETA. Oggi lo Stato italiano è stato privato di uno degli elementi costitutivi dello Stato stesso. La Sovranità monetaria.
La moneta.

Una Nuova Costituzione.
Il PIN propone l’elezione dell’Assemblea Costituente che scriva il testo di una Nuova Costituzione che parli al Presente e non ci tenga più legati ad un Passato che ci impedisce di vedere il Futuro. La Nuova Costituzione stabilisce i principi fondamentali ed essenziali ai quali devono attenersi sia lo Stato che i Cittadini. In essa il singolo individuo ha la possibilità di autodeterminarsi nel rispetto del prossimo.
Elezione diretta del Capo dello Stato.
Nuovo sistema fiscale proporzionale ed introduzione della “FLAT TAX”.
Nuovo modello fiscale per le Aziende.
Tutti gli stipendi e le pensioni saranno erogate al lordo.
Abbattimento dei costi statali
Tassa di ingresso per i turisti
•    Uscita dello Stato da tutte le materie di interesse privato e direttamente collegate all’autodeterminazione del Cittadino. Scelte di condizione “famigliare”, della salute, e iniziative nell’ambito della proprietà privata.
•    Riforma della giustizia. Autonomia della magistratura “giudicante” elettiva e introduzione del concetto estensivo di “giuria popolare”. Introduzione della figura del Procuratore dello Stato con funzioni di accusa e difesa della Pubblica Amministrazione dinnanzi ai privati cittadini. Funzione esercitata sia in sede civile che penale. Utilizzo più attento della privazione della libertà  personale esclusivamente nei casi di grave prevaricazione fisica o omicidio. Introduzione di pene alternative alla reclusione per reati minori che colpiscano direttamente il patrimonio o i diritti sociali dell’individuo (le carceri sono dispendiose, e chi sbaglia è giusto che paghi e non che sia un costo per lo Stato). Introduzione del principio di copertura economica delle cause civili. Chi intenta una causa paga un prezzo giusto che copra effettivamente i costi processuali. La parte soccombente potrà essere chiamata a risarcire la spesa. In sede penale chi denuncia un reato potrà essere chiamato a risarcire le spese processuali ove risultasse l’insussistenza palese del reato.
•    Introduzione dello sportello polifunzionale dello Stato per i servizi ai cittadini. Sede unica, rappresentante tutti i ministeri ed i dipartimenti, presente in ogni provincia. Lo Stato parla una sola lingua comprensibile e non mi rimbalza di sportello in sportello.
* vedi tabella “il fisco nell’Italia Nuova”

RETE DEI CITTADINI
http://www.retedeicittadini.net/blog/
MANIFESTO della RETE DEI CITTADINI
1. Noi firmatari del presente MANIFESTO, singoli cittadini e rappresentanti di comitati, associazioni e gruppi politici, consapevoli che gli attuali partiti sono responsabili della gestione fallimentare della “cosa pubblica”, ci impegniamo a creare giorno per giorno un’alternativa che restituisca al popolo ogni forma di sovranità, a partire da quella politica e monetaria. A tale scopo divulghiamo, attuiamo e proponiamo Buone Pratiche per salvaguardare il patrimonio culturale e materiale locale, anche promuovendo liste elettorali partecipate trasversali agli attuali schieramenti.
2. E’ viva, vivissima in noi la volontà di migliorare la qualità della vita di ogni persona, a cominciare dall’aria che respira, da come viene curata, da come, quanto e perchè lavora, da come viene istruita, da cosa mangia e cosa beve, da cosa compra e quanto spende.
3. Riconosciamo come fondamentali i principi di partecipazione, trasparenza e efficienza, della pace e della giustizia sociale, della legalità, rispetto delle leggi e dei diritti di tutti i cittadini e impegno civico per il loro miglioramento, dell’ecologia, intesa come vivere bene tra gli esseri umani e tra gli esseri umani e la natura, come riconoscimento della biosfera come casa di tutte le creature, come rispetto di madre terra, come equilibrio tra benessere e decrescita, della tutela della salute nel rispetto del principio di prevenzione primaria, della laicità, come rispetto dei ruoli tra le religioni presenti nel territorio e le istituzioni.
4. Intendiamo attuare questi principi attraverso la non violenza, come rispetto della dignità di ogni essere umano e come metodo di soluzione delle controversie, e la Democrazia Diretta, sia all’interno come metodo di gestione dell’organizzazione, sia all’esterno come metodo di partecipazione di tutti i cittadini alle decisioni.
5. Rifiutiamo a tutti i livelli la connivenza col malaffare e la sua sottocultura e lottiamo quotidianamente contro le mafie e le deviazioni massoniche e degli apparati dello stato.
6. Siamo convinti che la nostra partecipazione elettorale debba porsi in alternativa e fattiva opposizione sia ai vecchi schieramenti, promotori di un modello di gestione dello stato basato su clientele e rapporti occulti, sia a qualsiasi nuovo soggetto politico che si basi sull’accentramento del potere.
7. Riteniamo fondamentale il confronto e il dialogo anche con coloro che non condividono il presente MANIFESTO, a prescindere da posizioni ideologiche, partitiche o valoriali.

Calendario del Cambiamento 2013
25 dicembre 2012 in Campagna sensibilizzazione da tommaso
Il CALENDARIO DEL CAMBIAMENTO 2013 parla anche di decrescita, transizione, pubblicità ingannevoli, sistema bancario, gas, km zero, sostenibilità, filiera corta,monete alternative, banca del tempo,energie rinnovabili, cambiamento climatico, permacoltura, cohousing, autocostruzione, autoproduzione, e tanto altro
SCARICABILE QUI
https://docs.google.com/file/d/0B6XjkUi9dz1MVi1qV1pzeVlRZVU/edit

print

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento