Ebrei, Ortodossi e Sionisti nella la multisfaccettatata realtà indotta dalla censura mediatica: farsi un’idea è d’obbligo!

Piramide

Il titolo è complesso e quest’articolo presuppone la visione attenta e l’analisi dei video proposti, fondamentali, che svelano una buona parte della caotica realtà che stiamo vivendo.
Lo scopo è cercare di fare il punto attuale, partendo dagli evidenti opposti mostrati nelle immagini che costituiscono un documento reale, dove si vedono veri ragazzi israleliani e palestinesi che scoprono la realtà degli uni guardando gli altri e scoprendo le inesistenti ragioni che mantengono il conflitto moltiplicate attraverso la propaganda che arriva giornalmente, veicolata anche e sopratutto da vecchi sistemi di credenze o attraverso ricatti morali derivanti da consuetudini non meglio approfondite, ma attraverso la visione di un semplice documentario girato ad arte.

Il breve articolo che segue è  estratto dal sito ( http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=49500 ) e introduce il reportage.

Roma, 29 gennaio 2013, Nena News – Manca meno di un mese alla notte degli Oscar. Candidato come miglior documentario c’è anche un film palestinese, “5 broken cameras”, diretto dal regista palestinese Emad Burnat e dall’israeliano Guy Davidi. Racconta la resistenza popolare nonviolenta del villaggio di Bi’lin e, nonostante mostri senza veli la violenza dell’esercito israeliano, c’è chi in Israele tenta di presentarlo come prodotto della cinematografia di Tel Aviv.

Un tentativo dettato dal successo già riscosso dal documentario in giro per il mondo: il film di Burnat ha vinto, tra gli altri, il Sundance World Documentary Directing Award e l’Indiewire 2012.

Dall’altra parte, però, le autorità israeliane lo censurano nel Paese: il Ministero dell’Educazione, a cui spetta la scelta di quali film e documentari possono entrare nelle scuole israeliane, ha bocciato “5 broken cameras”. Il documentario su Bi’lin non sarà parte del programma educativo e culturale israeliano.

Guy Davidi ha così deciso di iniziare una campagna per la promozione di “5 broken cameras” tra i giovani israeliani. Nel video che segue, potrete vederne le reazioni scioccate e confuse. Molti adolescenti non conoscono la realtà che li attende al di là del Muro, quando vestiranno l’uniforme dell’IDF. Al contrario, la propaganda comincia già all’interno delle aule scolastiche: il video mostra alcuni eventi organizzati in scuole superiori di Tel Aviv, tenuti da militari israeliani che magnificano la forza dell’esercito di Tel Aviv contro i Paesi arabi nemici. Nena News”

Guarda il video:
[youtube=http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=kmJhb0ll9D0]

“Noi preghiamo Dio ogni giorno per un veloce e pacifico smantellamento dello stato di Israele, poi potremo di nuovo coesistere come abbiamo fatto per centinaia di anni”
Questa la prima frase del prossimo video, ripreso durante una manifestazione di strada, dove il rabbino Yisroel Dovid Weiss, esprime apertamente la sua contrarietà ed un bisogno di pace tra i popoli.
Dice che i vecchi rabbini, presenti con lui a testimoniare, ricordano che fino al 1948 sono vissuti fianco a fianco dei fratelli musulmani aiutandosi reciprocamente in Gerusalemme e si domanda come ora possano essere diventati nemici.

“Non è un conflitto religioso”, dice, ma instaurato dalla propaganda sionista.
E ancora, il passo secondo me essenziale, prima di lasciarvi alla visione:
“Il Giudaismo è spiritualità, una religione di compassione per emulare Dio. Il sionismo fu creato 100 anni fa da atei, persone che disprezzavano la religione, che volevano trasformare il Giudaismo da religione a nazionalità, ad una base puramente materialistica, senza-Dio in essenza. ”

Durante l’acceso dialogo, evidentemente con un passante in disaccordo, il rabbino dice: “Volete “nemici” così potete dire che state “proteggendo gli ebrei”. ”
Proseguendo si ode uno degli interlocutori fuori campo che risponde ad un certo punto con una frase precisa (non sottotitolata e ripetuta due volte dal minuto 6) che dice più o meno: “Ahmadinejad ucciderà tutti e ucciderà anche te!”

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=QmvC0Y8HDjA&sns=fb]

Cerco quindi sul sito http://www.nkusa.org , quello indicato dal rabbino nel video, di capire meglio e incappo nella pagina “Cos’è il Sionismo? Giudaismo contro Sionismo” : ecco le definizioni.

Giudaismo o Ebraismo:
L’Ebraismo crede in un solo Dio che ha rivelato la Torah. Essa afferma la Divina Provvidenza e, di conseguenza, vede l’esilio ebraico come punizione per il peccato. Il rimborso può essere raggiunto solo attraverso la preghiera e la penitenza. Il Giudaismo invita tutti gli ebrei a rispettare la Torah nella sua interezza compreso il comandamento di essere cittadini patriottici.

Sionismo:
Il Sionismo respinge il Creatore, la Sua Rivelazione e ricompensa e punizione. Tra i suoi frutti ci sono la persecuzione del popolo palestinese e quello di mettere in pericolo spirituale e fisico il popolo ebraico. Incoraggia il tradimento, la doppia fedeltà tra gli ebrei ignari di tutto il mondo. Alla sua radice il sionismo vede la realtà come sterile e desacralizzata. E’ l’antitesi della Torah del Giudaismo.

Seguitando lo stesso articolo si legge:
“Vi è una menzogna vile che insegue il popolo ebraico in tutto il mondo. E’ una bugia così atroce, così lontano dalla verità, che può guadagnare la popolarità solo a causa della complicità delle forze potenti nei media “mainstream” e istituti di istruzione.
E ‘una menzogna che ha portato molte persone innocenti indicibili sofferenze e se non viene controllata ha il potenziale di creare tragedie straordinaria in futuro.
E ‘la menzogna che dichiara che il giudaismo e il sionismo sono identici.
Niente potrebbe essere più lontano dalla verità.”

In definitiva pare che queste informazioni vogliano farci aprire gli occhi sull’evidente dicotomia, ora ben visibile, che esiste anche all’interno dell’ebraismo, che traspare proprio dalla eterogeneicità  dei suoi rappresentanti che ancora una volta, ricoprono vari strati della società, ritenendone ognuno una diversa sfaccettatura: il rabbino che predica in strada, il rabbino che pradica nelle sinagoghe, il cittadino ebreo comune e il lobbista identificato come ebreo, mi preme sottolineare tutti pur sempre esseri umani.

Questo articolo pone l’accento sulla questione ebraica esponendone vari aspetti, tuttavia la stratificazioni dei poteri e la settorialità di azione appena osservata potrebbe essere applicata, con qualche piccola variazione, all’altra struttura di potere economico-religioso-politico che ben conosciamo e cioè lo Stato Vaticano.

In questi 2 video, raccolti dal portale Youtube vedremo altre facce, ben più note delle precedenti: per la veridicità delle associazioni mi affido all’autore degli stessi e ad una eventuale verifica del lettore.
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=t8Uc8mgsd7w]
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=rp0o82qHLw8]

Concludo questo spunto di ricerca con l’ultimo video che è un confronto indiretto tra Roberto Saviano e Vittorio Arrigoni registrato il 10-10-2010.
Vuole essere un tributo per Vittorio Arrigoni che ha successivamante lasciato la vita sul campo, ed un ulteriore sprono per i lettori a considerare le due facce della realtà che con l’aiuto di tutti potrà essere meglio identificata o interpretata più agevolmente ed eventualmente modificata, attraverso la propria e singolare azione quotidiana, orientata sempre verso la fine delle ostilità e la PACE IN CIELO E SULLA TERRA.

Fermare il massacro attraverso l'educazione è un obbligo!

Fermare il massacro attraverso l’educazione è un obbligo!

Fermare il massacro attraverso l’educazione è un obbligo!
Adesso è possibile, “RESTIAMO UMANI”.
Emanuele Nusca
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=UPzZwNnq2nc]

E per completezza anche questo documentario, assolutamente da vedere.
[youtube=http://youtu.be/Imz46ytcQLY]

[asa_collection]Giudaismo[/asa_collection]

print

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento