, ,

RI-COLLEGHI-AMO IL 2015 DEL “COMPLOTTO FRANCESE”

… e la storia si ripete, ma sempre un po’ diversamente dalla volta precedente.
QUANDO SARA’ LA VOLTA BUONA IN CUI SI RIPETERÀ IN MANIERA SOSTANZIALMENTE DIFFERENTE?
CHI LA FA LA STORIA?

Lo spunto per questo articolo viene dal caso che sta tenendo l’umanità intera impegnata a discutere ancora una volta sull’ennesimo attentato a se stessa, organizzato da se stessa.

Come sempre accade, ci sono fonti e controfonti che argomentano di tutto e di più sulla vicenda, tuttavia il divario informativo tra i media mainstream e la rete è sempre più netto e osservabile, sebbene ci sia sempre una fievole speranza per il futuro.

Hebdo 13-01


In questo report, non commento i link e le info proposte, ma cerco di analizzare il fenomeno dal punto di vista energetico-emozionale.

Verità o complotto?
Complotto o non complotto, un paio di decine di morti a torto o ragione, ipnotizzano il mondo intero, nel senso che lo tengono impegnato per settimane a parlare del “quasi” nulla, da qualsiasi lato la si guardi la cosa. 

Perchè dico QUASI nulla?

Innanzitutto perchè tutto serve e dal momento che è fatto, è fatto per sempre: è servito!

Poi, perchè tutti noi che “perdiamo” ore ed ore a leggere e guardare tonnellate di video su questa vicenda (o una delle tantissime simili), NON FACCIAMO NULL’ALTRO DI CREATIVO nel frattempo!

Se non si conoscono bene i meccanismi e il funzionamento del proprio vascello fisico operante sul piano terrestre (detto essere umano), e il potere della nostra mente e i risvolti creativi delle sue proiezioni, questo fatto potrebbe sembrare di pochissimo conto.

Invece, se si è sperimentato in prima persona, o si è disposti anche solo a credere che il pensiero co-genera la realtà fisica manifesta, si comprende benissimo come ancora una volta, la potenziale energia creativa dei terrestri impegnati nella infinita diatriba, viene letteralmente buttata via o annullata da una chiacchiericcio sterile che non fa altro che alimentare paure, preconcetti e divisioni, se non si supera la facciata dell’accadimento.

Tuttavia anche questo ennesimo episodio di violenza e sue conseguenze ha perfettamente senso in questo momento.
Tutto ciò che c’è c’è già.
Tutto quello che è già stato creato è stato creato!

Poichè più si osservano le cose e più si capiscono, è importante soffermarsi sui particolari che raramente i media di regime espongono.

Adesso però esiste una informazione capillare e molto diversificata offerta dalla e la rete, dove gli stessi dinosauri sono presenti, ma non riescono per ora (e non credo che riusciranno mai) a oscurare a colpi di strilloni, la verità che esce fuori goccia a goccia dai milioni di attivisti sparsi in tutto il mondo che analizzano, raffrontano, confrontano, collegano, assimilano, filtrano e divulgano una enorme quantità di notizie.

La grande differenza sta nel fatto che nella rete, contrariamente a come possa sembrare o essere creduto, si usa molto più “cuore” nella discettazione dei diversi argomenti e le voci si unificano pian piano verso una verità oggettiva sempre più consistente, proprio perchè si uniscono tantissimi punti di vista nuovi e differenti e SI EVITANO TROPPE RIPETIZIONI.

Questo avviene naturalmente poichè giustamente, si tende di solito a condividere qualcosa che in qualche modo tocca maggiormente la parte emozionale di ognuno di noi.
Se una cosa la conosciamo l’emozione della scoperta sarà minore, mentre un accadimento sconosciuto eserciterà in noi più reazioni.

Domande:
Se non ci fossero stati i media:
Chi avrebbe saputo di questo ennesimo eccidio?
Sarebbe avvenuto?
Chi si sarebbe sconvolto??
Chi si sarebbe incazzato, indignato, manifestato, vignettato????
Nessuno o pochissimi francesi circostanti IL LUOGO MATERIALE del misfatto.

E allora pian piano si scopre che per il cosiddetto terrorismo, più che le uccisioni in se per se, in questo momento storico, CONTANO DI PIU’ LE IMMAGINI e come e quanto vengono ritrasmesse, le infinite discussioni, piuttosto che le reali motivazioni di facciata che potrebbero esserci dietro.

Ovvero, se prendiamo il “Caso Parigi”, la facciata di regime dice che i famosissimi integralisti islamici erano indignatissimi con i vignettisti, che se la prendevano solo con il loro povero ed indifeso Allah, e quindi si sono organizzati per fargliela pagare.
Facile, facilissimo, scontato… o no?

Per molti ancora si, ma il popolo volente o nolente inizia ad essere vaccinato e comprende che questa facciata è di una carta velina sempre più trasparente ed effimera.
Dietro la facile facciata infatti ci sono tante di quelle incongruenze e/o aggiunte da considerare, che “la metà già basterebbero” a dubitare che la veloce e solita “pappa pronta” sia il miglior piatto da mangiare che offre la casa.

E così, come un palato raffinato non si abbandona alla prima trattoria, ma si informa un po’ su tutti i ristoranti della zona per confrontare e scegliere il più vicino al suo sentire, così il popolo adesso si informa e discute non più tanto sulla (finta) faida musulmano/cristiano o bianchi/neri che dir si voglia, ma aumenta il suo spirito critico e di analisi e, prima di emettere sentenza, legge e medita.

Nel fare questo aumenta la sua resistenza emozionale agli attacchi psicologici causati da queste PSY-OP, ovvero, in gergo militare, OPerazioni PSIcologiche.

E così si scopre che, oltre i morti “normali”, ci sono anche morti “speciali” e forse morti “non morti”.

– Escono vari video che mostrano incongruenze nei filmati trasmessi dalle TV e il video completo dell’esecuzione del poliziotto a terra che pone seri dubbi,
– Si scopre che una della vittime è un rivoluzionario economista francese che da tempo è esposto per rivelare la truffa delle banche,
– Si suicida uno degli investigatori che stava indagando sull’attentato,
– I documenti di alcuni attentatori ritrovati,
– Varie ed eventuali a non finire, a fine articolo tutti i link di riferimento.

Ed allora, forse, più che domandarsi cosa c’è di vero e cosa c’è di falso tra tutto questo marasma di prove e controprove che anche in questo caso, ancora una volta intrecciano le cronache nere di RELIGIONE, POLITICA ED ECONOMIA, ci si dovrebbe domandare A COSA E’ REALMENTE SERVITO, A CHI E PERCHE’ e sopratutto QUALE INSEGNAMENTO CI OFFRE QUESTA VICENDA.

QUALE PARTICOLARE CONGIUNZIONE PLANETARIA PUO’ CAUSARE IN QUESTO TEMPO la dipartita congiunta e comunque premeditata, di un così vario assortimento civile formato da fumettisti satirici, un banchiere savio, poliziotti e terroristi?

Spero quindi vivamente che questo ennesimo sacrificio di vite umane, indipendentemente dai nomi e dai vestiti indossati, serva per farsi domande e trovare risposte.
Osservare i fenomeni da più punti di vista ci aiuta ad inquadrarli meglio nella realtà e a trovare un significato ad essi.

Di seguito un elenco di link per indagare e farsi una propria opinione, guardando DIFFERENTI PUNTI DI VISTA.

La storia si ripete, ma è sempre un po’ diversa… 
Possiamo ora sforzarci per farla ripetere più diversa!

Grazie a tutti.

Emanuele Nusca

***

***
Le banche creano denaro dal nulla – Bernard Maris
L’economista ucciso nelle circostanze dell’attentato e quello che diceva da anni.
[youtube=https://www.youtube.com/watch?v=rVSUZSn6bB0]

***
BYOBLU report: CHI ERA BERNARD MARIS
http://www.byoblu.com/post/2015/01/08/e-morto-ammazzato-bernard-maris-leconomista-della-banque-de-france-che-voleva-cancellare-il-debito.aspx

***
VIDEO COMPLETO DELL’UCCISIONE DEL POLIZIOTTO
ATTENZIONE, IMMAGINI VIOLENTE
Anche se non esce una sola goccia di sangue…
http://vimeo.com/116191117

***
Da COMEDONCHISCIOTTE
IL SACRO E LA REPUBLIQUE: E LA MORTE CHE RIDE DI NOI
Ulteriori dissonanze nella vicenda: il governo moralizza il collega di Charlie Hebdo che dopo la parata istituzionale alla quale ha preso parte, aveva comunicato di sentirsi metà attentatore e metà attentato, usando una allegoria.
Qui il suo messaggio: “Dopo questa storica marcia, che dire… leggendaria” Un istante magico uguale al Big Bang che ha creato l’Universo!… o in misura minore (più locale) paragonabile all’incoronazione di Vercingetorige, finalmente torno a casa. Sappiate che stasera, per quello che mi riguarda, mi sento Charlie Coulibaly”.
(Coulibaly sarebbe il nome di un attentatore)
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14498

***
Da COMEDONCHISCIOTTE: Il vice direttore dell’ufficio federale di Limoges, 44 anni, si è tolto vita nel suo ufficio con l’arma di servizio.
Secondo il quotidiano ‘Le Populaire du Centre’, stava lavorando all’indagine della Polizia Giudiziaria sul caso ‘Charlie Hebdo’.
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14477

***
NO COMMENT DA EURONEWS.
(La sfilata delle istituzioni, ulteriore evento per sole telecamere: dove sono gli altri manifestanti?)
[youtube=https://www.youtube.com/watch?v=KDAPoPTTYFU]

***
GIULIETTO CHIESA AVANZA DUBBI SUL CASO HEBDO E LO PARAGONA ALL’EPISODIO DELL’11 SETTEMBRE SU LA 7 
http://www.sapereeundovere.it/il-complotto-di-parigi-in-televisione/

***
BENJAMIN FULFORD E DAVID WILCOCK COMMENTANO GLI EPISODI DEL 2 GENNAIO A PARIGI: 
“IL FALSO INCIDENTE DI PARIGI E’ MIRATO AD ABBATTERE IL REGIME SAUDITA”
http://sitsshow.blogspot.it/2015/01/benjamin-fulford-and-david-wilcocks.html

***
L’EX PRESIDENTE U.S.A. JIMMY CARTER INCOLPA ISRAELE PER GLI ATTENTATI TERRORISTICI IN FRANCIA:
http://www.nowtheendbegins.com/blog/?p=29883

***
Importante articolo per collegare RELIGIONE, POLITICA ED ECONOMIA QUI ED ORA
www.ilmioprimoministro.it/religione-politica-ed-economia-qui-ed-ora/

print

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento